Pittura e vita popolare

24,00

Un sentiero tra Anversa e l’Italia nel secondo Cinquecento

ISBN 978-88-89832-93-6
Formato 13,5×21
Pag. 296
74 illustrazioni a colori

Collana:

Descrizione

Una lunga camminata tra le Fiandre e l’Italia sulle tracce di una pittura nuova che torna a guardare la vita di tutti i giorni e a rappresentarla con piglio di verità: questo il percorso del libro. Si parte dalla famosa città di Anversa, trafficata di mercanti di tutti i paesi e di merci giunte dalle lontane Americhe. I pittori non prediligono più i temi religiosi, ma osservano curiosi il mondo dei lavoratori manuali: s’affacciano sulle tele (in particolare di Pieter Aertsen, Joachim Beuckelaer, Pieter Bruegel il Vecchio) venditori di frutta e verdura, di polli, pesci e carni macellate, contadini che s’affaticano nella campagna. Oltrepassate le Alpi è nell’Italia settentrionale che il viaggio prosegue facendo tappa nel Veneto (Jacopo Bassano), a Cremona  (Sofonisba Anguissola, Vincenzo Campi), a Bologna (Bartolomeo Passerotti, Annibale Carracci), dove le ricerche sulla vita “bassa” trovano terreno fecondo di crescita. Alle spalle s’intravede l’ampio orizzonte della letteratura “popolare”, interessata ai rustici e al cibo, la religione riformata con i suoi aneliti di giustizia sociale e le violenze dell’iconoclastia. Un intreccio ricco e complesso che interroga sul significato profondo che i quadri potevano avere: fatti per ridere, per deliziare i sensi, per ammonire? O forse tutte queste cose insieme. Questioni ancora aperte che questo libro, passo dopo passo, racconta e suggerisce.

Angela Ghirardi è storica dell’arte presso l’Università di Bologna, dove insegna Storia comparata dell’arte europea in età moderna. Ha collaborato alla  realizzazione di numerosi cataloghi di mostre e di musei, occupandosi soprattutto di dipinti. Le sue ricerche si esercitano sulla pittura bolognese del secondo Cinquecento, la ritrattistica, le pittrici tra Cinque e Seicento, le relazioni tra arte e santità femminile nel Rinascimento. Alla pittura di soggetti bassi e feriali ha dedicato molte pubblicazioni, tra le quali si ricorda Carni in mostra. Il tema della “macelleria” nella pittura europea tra Cinque e Seicento, 2014. Il suo ultimo libro: Ritrattisti e ritratti in Emilia-Romagna. Una traccia, Clueb 2013.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Pittura e vita popolare”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *