LA CASA DI BARBARA
Scritture
Autore: EDGARDA FERRI   

 

 
 
 

 Edgarda Ferri - LA CASA DI BARBARA - La camera degli Sposi - pag 72 - illustrato 

ISBN 9788889832899 - €. 9,90

La signora con le due bande bianche pendenti dai capelli annidati sopra le orecchie e le scarpe gialle accavallate una sull’altra. La signora massiccia, e già avanti in età, che sta posando fra marito, figli, paggi, segretari e una nana, è Barbara del Brande-burgo, da quarant’anni sposata a Ludovico Gonzaga.Figlia di un re ... “madona Barbera”, innocente bambina undicenne aveva accettato senza battere ciglio di coricarsi fin dalla prima notte a fianco del marito ... Il pittore che la sta ritraendo è Andrea Mantegna, già famosissimo per genialità e tignoso carattere. Il luogo prescelto è una camera d’angolo dell’appartamento del castello di San Giorgio a Mantova ... L’artista la dipingerà “a buon fresco e tempera” immaginando una camera picta, una camera dipinta come un loggiato ...


È il nuovo avvincente racconto che l’autrice di tanti successi e del nostro Klimt ci regala in occasione della riapertura della Camera degli Sposi dopo i restauri post terremoto: la storia si snoda tra vita quotidiana e “intrighi’ della politica, tra arte e potere. Ne esce il ritratto appassionato intenso e ravvicinato di una donna e del suo tempo, quando il Rinascimento arriva al culmine dello splendore. È anche la prima di una “serie” di case che Edgarda Ferri sta scrivendo per Tre Lune: seguiranno infatti a bre- ve la Casa d’Isabella (il famoso Studiolo di Isabella d’Este), poi la Casa del Cortegiano (Baldassarre Castiglione) e molte altre.



La “Camera degli Sposi”

e la “Signora” che vi abita

raccontate con il magistrale tocco

di una grande scrittrice.



Edgarda Ferri, di origine mantovana, vive e lavora a Milano.

Giornalista del «Corriere della Sera», scrittrice, saggista. È autrice di numerosi successi per Rizzoli (1982-1988), per Mondadori (1994-2011), saltuariamente per Longanesi e San Paolo, e recentemente di «Guanti bianchi» (2014) e «Il cuoco e i suoi re» (2013) per Skira, nonché del fortunato «Klimt. Le donne, l’arte, gli amori» per Tre Lune.

I titoli più amati dai suoi lettori: «Dov’era il padre», «Il perdono e la memoria», «Maria Teresa», «Giovanna la Pazza», «Piero della Francesca», «La grancontessa» «Io, Caterina», «L’ebrea errante», «L’alba che aspettavamo», «Uno dei tanti».

Scrive per Tre Lune dopo una lunga e reciproca promessa, con gioia e libertà.